23 Settembre 2019
Greta Thumberg, una sedicenne con doti quali perseveranza e risolutezza non comune per la sua età, viene ascoltata all’ONU da sessanta capi di stato.

Greta, alunna “qualunque” di una scuola di Stoccolma, è diventata simbolo globale, non solo mediatico, della lotta ambientale al cambiamento climatico.
Le sue prime mosse sono state “fare e farsi sentire” non attraverso alcuni spot sui social, pixel colorati in un muro virtuale, ma con le sue azioni offline che hanno, nel tempo, portato ad un risultato mediatico non indifferente.
Quella all’inizio poteva sembrare una goccia nell’oceano, è diventata, presto un’onda che sta travolgendo e coinvolgendo l’intera umanità.

Umanità che ancora oggi sottovaluta il problema “L’Ambiente”; che sottovaluta il concetto di sostenibilità ambientale, che non conosce il significato di impronta ecologica- indicatore utilizzato per valutare il consumo umano di risorse naturali rispetto alla capacità rigenerante della terra, che si accorge  della variazione del clima e lo sottovaluta pur vedendo la distruzione delle foreste poste in Siberia ed in Amazzonia in Australia dovuta al surriscaldamento globale.

Umanità che parla dell’aumento della CO₂ ma non si preoccupa di ridurre il calore nelle case o di ridurre gli utilizzi dell’aereo, che si adira per la presenza della microplastica che si trova nell’acqua che sgorga dai rubinetti ma che continua a gettare i bastoncini cotton-fioc nei sanitari, che pontifica sui rifiuti e sulla raccolta differenziata dei medesimi, diventando, però, più indulgente quando si tratta di comportamenti personali.

Da tutto ciò nasce una domanda. Cosa possono fare i RC per i loro territori e più in generale per il mondo intero?
Le parole ricorrenti nella nostra associazione dovrebbero essere sensibilizzazione ed informazione.

Sensibilizzare la comunità che ci circonda.
Informare sulle conseguenze dei comportamenti umani dannosi per l’ambiente

Diventare una Greta Thumberg facendosi carico di pressare il mondo politico affinché dia maggior attenzione al nostro habitat

Promuovere presso i giovani e non l’etica ambientale.